Pagina principala Istoricul manastirii Ansamblu manastiresc Muzeul Atelierele manastirii Despre noi Evenimente Programul sfintelor slujbe Album foto Minibiblioteca ortodoxa Posibilitati de gazduire Caile de acces

  Il Monastero di Bârsana

Bârsana c una delle grandi loclitr rurali di Maramures collocata sulla riva destra dell’Iza, ad una distanza di 20 km. dalla cittr di Sighetul Marmatiei.

La prima documentazione autentica sulla localitr rurale di Bârsana risale al 1326 quando per mezzo di una diploma il nobile Carlo Roberto I di Angin, autentica e rafforza i diritti del principe Stanislau da queste parti, e per mezzo di un altro documento lo stesso nobile viene nominato figlio di Bârsan. Il toponimo di Bârsan(a) risale alla tradizione degli allevatori di pecore (chiamate in rumeno „bârsane”) con lana fitta, soffice e dal pelo lungo. I discendenti del principe Stan Bârsan rappresentano anche oggi le famiglie di base del paese. In un documento del 21 Iuglio 1390 riguardante i possedimenti dei Dragosesti - voivoda del Maramures, nipoti di Dragos Voda, fondatore della Moldavia - viene ricordata una strada con un incrocio che portava fin d’allora verso il monastero e quindi verso il paese di Bârsana. La tradizione ricorda la fondazione del monastero di Bârsana sulla riva dell’Iza, al di lr della vallata di Slatina, da dove fu poi spostato de queste parti, sulla riva destra, nel luogo che in seguito prese il nome di Podurile Manastirii (I Ponti del Monastero). Vegnono menzionati anche Valea Manastirii (Valle del Monastero) e Dealul Popii (colle del Prete), mentre un documento del 6 novembre 1405 concernente i confini del territorio indica un „campo del monastero”; indicato anche in altri documenti riguardanti i possedimenti dei Dragosesti, fra gli anni 1408-1480, l’ultima data fa riferimento a Bartolomeo Dragffy, voivoda della Transilvania.

Il monastero di Bârsana fu costruito, a quanto sembra, alla metr del secolo XIV da parte della famiglia dei Dragosesti, sul territorio di una delle loro proprietr. Il luogo santo é, percin, contemporaneo al famoso monastero di Peri ed al monastero Biserica Alba, poichc ha gli stessi fondatori e mecenati.

L’antico luogo monastico, protetto da San Nicola, era un odei piu importanti di Maramures, in quanto nel 1738, fu la sede dell’ultimo vescovo ortodosso, Gavril Stefanca - abitante del paese ed il cui nome viene ancora conservato nella tradizione del paese - prima dello scioglimento del vescovato, per mezzo dell’estensione ufficiale dell’unione ufficiale dei rumeni con la Chiesa di Roma. Nonostante le pressioni sui luoghi di culto ortodosso della zona, il monastero resisterr fino al 1791. Alcuni documenti del secolo XVIII ricordano i nomi di alcuni monaci: Pahomie, prete nel 1745, Grigoras, prete nel 1757, Atanasie nel 1769, 1776, 1777, Varava (greco) e Partenie nel 1776, Ierotei insieme ad altri tre monaci nel 1777, poi il loro numero si riduce sempre piu e, nel 1787, nel monastero di Bârsana vengono citate solo due persone. I beni del monastero furono confiscati da parte dello stato austriaco, il 12 Iuglio 1791 ed offerti al monastero greco-cattolico di Cernoc (Munkaci), a seguito del transferimento degli ultimi monci nel monastero di Neamt.

Il vecchio monastero di Bârsana ha rappresentato, allora, anche una scuola per i preti dei villaggi di quelle parti. Vi si trovavano i libri rumeni di culto, stampati e portati in Moldavia e in Vlacchia - da Iasi, Târgoviste, Râmnic ecc. - e anche icone, dipinte probabilmente in botteghe proprie.

A 600 anni dai primi riferimenti ed a 200 anni della cessazione del suo funzionamento come tale, a Bârsana rinasce la vita monacale. Nel 1993, PS Giustiniano Chira, vescovo di Maramures e di Satmar, ha benedetto questo luogo carico delle preghiere degli antenati, per un nuovo monastero.

L’edificio monastico c construito in legno, sulla tradizione del paese, soltanto da maestri costruttori della Bârsana, guidati dall’architetto Cordos Dorel, comprendre la porta di Maramures, la torre-campanaria. La chiesa (12 x 12,20 m, alta 57 m), l’altare usato d’estate, l’edificio delle celle e la cappella per la messa (a piu livelli), la casa dei maestri costruttori, la casa degli artisti e piu recentemente il museo che offrirr un’immagine di insieme sulla storia della cultura e della civiltr di Maramures.

La comunitr c attualmente diretta dalla madre superiora Monahia Filofteia Oltean ed c composta da 11 le monache e 4 suore.

Ogni anno, il 30 GIUGNO, IL MONASTERO BÂRSANA GLORIFICA e MAGNIFICA i 12 APOSTOLI che sono i protettori di questo SANTO LUOGO.

Che la preghiera dei nostri antenati SIA benedicente e redentrice per i fondatori del monastero, per i suoi abitanti e per tutti coloro che entreranno in questa Santo Luogo dedicato al NOSTRO SIGNORE GLORIFICATO NEL PADRE, NEL FIGLIO E NELLO SPIRITO SANTO. AMEN.

Ultima actualizare
sâmbătă, mai 25, 2013